campos-1994

Speciale maglie da portiere dei Mondiali USA ’94

Negli anni ’90 la maglia del portiere aveva il ruolo che ha oggi la terza maglia ovvero permettere di sbragare ai designer dei brand sportivi (e anche un po’ far venire il mal di testa agli avversari).

Sicuramente hai presente tantissime maglie da portiere con degli optical senza senso di quel periodo storico lì in cui andavano di moda ma forse non conosci altrettanto bene la competizione sportiva molto importante che ha raccolto la concentrazione più alta mai vista di maglie senza senso: i Mondiali USA ’94. Seriamente non so come abbiano fatto a fare così tanti gol gli attaccanti.

portieri-94

Pagliuca e Taffarel si passano accanto ma non si vedono perché se guardi una di quelle divise dal lato con la coda dell’occhio praticamente non la vedi. È un fenomeno fisico che c’entra con la rifrazione non te lo so spiegare bene.

La più crazy e la più iconica di tutte le divise dei portieroni di USA ’94 è anche quella con la storia più crazy perché è stata disegnata dalla stessa persona che poi la indossava in campo cioè il portiere messicano Jorge Campos (che si disegnava le maglie da solo mitico).

campos-94-2

Infatti guarda il risultato.

Meno conosciuta ma non meno coloratissima la divisa della Corea del Sud, il portiere di USA ’94 era In Young Choi. La sua espressione mega seria stona con la sua maglietta mega non seria.

in-young-choi

Dice che un paio di giocatori del Gruppo C hanno perso la vista due anni dopo.

Anche la maglia del portiere dei padroni di casa era abbastanza pesa, indossata con stile da Tony Meola che sembrava un personaggio dei Soprano e tra l’altro era abbastanza peso anche lui pesava tipo 190 chili.

tony-meola

adidas per l’occasione aveva sfornato un paio di template belli estremi, c’è quello coi quadratoni che riproducono un pattern a squame che hai sicuramente presente.

thomas-ravelli

Il portiere della Svezia era Thomas Ravelli mega stiloso con il cappellino. Questa era la seconda maglia, la prima era uguale però verde e blu.

Poi c’è quello con gli scarabocchi che ce l’avevano ad esempio la Romania (Florin Prunea) e la Nigeria (Peter Rufai).

adidas-template

Uno è rumeno l’altro è nigeriano indovina.

In tema Africa (peccato per la foto che non si vede benissimo) era una mina anche la maglia da portiere del Camerun: Songo’o.

songoo

Songo’ol.

Ed De Goeij invece, portiere olandese, era stato costretto un po’ controvoglia a mettere una maglia Lotto che aveva uno di quei pattern geometrici standard e sopra aveva anche dei ghirighori dorati. Però solo su metà maglia.

ed-de-goeij-nl

Lui proprio non capiva.

Tra tutte le squadre molto forti che hanno partecipato però la nazionale che ha vinto i Mondiali USA è il Brasile. Che era uno squadrone ma stranamente aveva anche il portiere apparecchiato così. E stranamente ha vinto proprio ai calci di rigore.

taffarel

Maglia dello stesso colore del campo e frecce che puntano in tante direzioni diverse, se la guardi per più di 10 secondi non torni più indietro e diventi buddhista.

Free Roby Baggio.



Condividi questo articolo: