#therewillbehaters: i 10 momenti migliori di Diego Armando Maradona

Quando qualcuno salta più in alto degli altri si scatena il fenomeno conosciuto come hating: manifestazione di un sentimento di avversione, rifiuto e ripugnanza generato da una malcelata invidia. Avere degli hater è un chiaro indice di successo. In #therewillbehaters analizzeremo settimanalmente gli episodi e i personaggi che hanno generato più hating: ecco la scelta di questa settimana.

MARADONA

Dieguito ha fatto ancora una volta parlare di sé. Prima è stato sgamato mentre faceva la guerra dopo la partita per la pace, poi ha rilasciato una dichiarazione frizzantina su Louis van Gaal, personaggio abbastanza agli antipodi rispetto all’argentino. Diego ce l’ha con van Gaal perché sostiene che abbia bruciato Falcao.

“Van Gaal no es un simpaticón, está más cerca del diablo que otra cosa.”

Maradona è IL giocatore che divide, per eccellenza. Questi sono secondo noi i 10 momenti più significativi e rappresentativi della sua carriera.

Quando ha fatto un pipp8 in campo.

Quando ha segnato uno dei gol di testa più belli mai realizzati, lui che è alto un metro e poco.

Quando era contento di fare il riscaldamento.

Quando volavano calci volanti.

Quando ci ha messo la manina.

Quando, dopo averci messo la manina, ha fatto questo.

Quando era un bombolone.

maradona

Quando la barriera della Juventus era troppo vicina, ma lui ha detto “tanto gli faccio gol comunque”.

Quando ha mostrato il medio in diretta a Julio Grondona, presidente della Federcalcio argentina.

maradona-medio

Quando ha interpretato una poltrona.

Quando conduceva uno show televisivo e per la prima puntata ha invitato Pelé.

Sorrisi come guaine di coltelli.

Scommetto che anche tu hai a che fare con hater che hateano. Segnalaci (su Facebook, su Twitter o via mail) un tuo episodio personale o qualcosa che hai visto in giro e che ti ha fatto pensare “ok, adesso #therewillbehaters“.



Condividi questo articolo: