Il calcio americano negli anni ’90

Le tipe americane hanno vinto i Mondiali per tipe ed è tutto ok, anche perché negli USA il calcio è tradizionalmente uno sport da tipe. Non lo sapevi? I maschi giocano a football, baseball, basket o al massimo hockey negli stati in cui fa abbastanza freddo.

"In televisione ho sentito dire che è tipo una versione femminile del football, quindi non ci si può toccare e se ti toccano ti devi buttare per terra subito."

“In televisione ho sentito dire che è tipo una versione femminile del football quindi non ci si può toccare e se ti toccano ti devi buttare per terra subito.”

Anche se storicamente i calci al pallone in America sono uno sport femminile da qualche anno, dichiamo tipo 10, il calcio maschile ha preso una rincorsa che sta praticamente arrivando in Europa. Ma la vera anima del calcio americano bisogna ricercarla in quel bellissimo circo che è stato il campionato di calcio inaugurale del 1996. Una specie di NBA con i piedi al posto delle mani e i giocatori scarsi al posto dei giocatori forti, organizzata da gente che di calcio non capiva una sega – tra l’altro – con l’obiettivo – fallito – di renderlo immediatamente popolare.

“The guys who started the league… Don’t know soccer. They screwed up in the most vital part possible, which is in how the game is presented.”

Eric Wynalda via Complex.

Eddie Lewis Clash
Nonostante il disastro imprenditoriale la figata di quella stagione inaugurale ’96/’97 è che hanno cercato di americanizzare uno sport non americano e di tirare in piedi una lega da zero organizzando tutto un po’ a caso. È venuto fuori un campionato sfigato e fighissimo. Gli organizzatori della lega si sono accordati con Nike (che ha disegnato la maggior parte delle divise) e gli hanno messo in mano la baracca. Sono venuti fuori alcuni dei kit più assurdi mai realizzati. Anche le squadre sono state inventate dal nulla, tirando in ballo personaggi chiave dello sportswear USA. Il logo del D.C. United ad esempio è stato disegnato da Peter Moore, che è il creatore della Jordan I e del famoso logo con la palla e le ali.

“We talked about the fact that our experience with professional sports in this country has been in most cases that somebody buys a team, their wife says ‘my favorite color is turquoise’ and suddenly the team is wearing turquoise uniforms.”

Alan Rothenberg via Complex

Il logo del D.C. United.

Il logo del D.C. United.

È quasi un peccato che la MLS stia diventando un campionato come gli altri. Torna alla gallery guardati le fotine più rappresentative di uno dei momenti più folkloristici della storia dello sport.



Condividi questo articolo: